Notizie dettagliate sulle origini di Parona, sulle vicende che hanno accompagnato la sua evoluzione attraverso i secoli, su tradizioni e personaggi del passato, sono contenute nei libri pubblicati nel 1985 da due ricercatori locali e soci onorari della Pro Loco: "Parona" di Mario Rampi e "Parona. Un affresco di storia e di vita" di Angelo Gravanaldi.

Un altro libro storico, pubblicato da Mario Rampi nel 2004, parla di uno dei maggiori benefattori di Parona: "L'ingegnere del Papa Giuseppe Signorelli".

Scorci di vita paronese e ricordi legati alla terra natale, insieme alle immagini dei luoghi e delle persone care, hanno ispirato le liriche raccolte in "Sotto il mio cielo", pubblicato nel 1995, autore il primo presidente della Pro Loco, Lino Negri. Il ricavato del volume è stato devoluto, per volere dell'autore, alla Parrocchia per la costruzione del nuovo Oratorio.

Ricco di sentimenti profondi sono altri due libri di poesie, "Foglie nel vento", pubblicato nel 1998, e "L'eco dei pensieri", del 2013, autrice la paronese Paola Bellavite.

Non possiamo tralasciare due volumi pubblicati della nostra Pro Loco:

Concludiamo questa rassegna con la pubblicazione: "Astrid e la strega nera", pubblicatop nel 2005, una fiaba per ragazzi ideata da Carla Masutti.

"Parona", di Mario Rampi

"L'autore ha avuto l'accortezza e l'umiltà di non cimentarsi col rigore storico, ma di selezionare, sintetizzare e scrivere quanto copiosamente raccolto per oltre un decennio dalle più disparate fonti od annotato, con certosina pazienza, dalle innumeri testimonianze di vegliardi ormai spenti.

La storia si fonde così con il costume, gli usi, le tradizioni, il dialetto, in un compendio eterogeneo ma logico che scorre, agli occhi del lettore, non come un impegnativo testo storico, ma al pari di un piacevole vademecum."

dalla presentazione di Lino Negri,
primo Presidente
della Pro Loco Parona

"Parona. Un affresco di storia e di vita",
di Angelo Gravanaldi

"Ciascun lettore saprà trovare - tra i vari capitoli della ponderosa opera - di che soddisfare ampiamente i propri gusti e le proprie curiosità: dalle famiglie (nobili e non) originarie di Parona alla struttura della proprietà terriera nei secoli, dalle professioni antiche alla storia dei monumenti e alle tracce minute della vita civile di Parona, dal Medioevo alla Sagra dell'Offella. Il tutto è corredato da piantine e da disegni di pugno dell'Autore e "insaporito" dalla citazione di molti documenti originali, spesso minuziosi e per lo più godibilissimi."

dalla presentazione
del Dr. Enrico Amiotti

"Sotto il mio cielo", di Lino Negri

"La raccolta di Lino Negri scandisce tre momenti: quello dei pensieri, quello degli affetti e quello dei ricordi. Tre momenti che si fondono, però, nell'animo del poeta, e sotto gli occhi del lettore, in una sola tensione: appendere ad un unico filo il petalo di rosa, la carezza più lieve ed i drammi del tempo, i tormenti più amari dell'uomo. Ne esce un tutt'uno sul quale si muovono, con il mistero della vita, le esperienze belle ed amare che a tutti toccano."

dalla presentazione
di Giancarlo Torti

"Foglie nel vento", di Paola Bellavite

"Dalle sue splendide "liriche" traspare un'ottima preparazione, sensibilità d'animo, particolare attenzione a tutte le realtà della vita ed ai meravigliosi prodigi della natura.

Il tutto, correlato da una spontaneità che, oserei dire, unica."

dalla presentazione
di Giuseppe Battista Capetta

"Il mio paese"

"L'idea di fornire alle nuove generazioni di Parona una conoscenza di base del piccolo paese in cui viviamo, dell'ambiente e del territorio che ci circonda, ha preso vita all'interno della nostra Pro Loco e si è concretizzata in questa pubblicazione.

Non ci resta che lasciarvi sfogliare queste pagine, sperando che anche per voi, come è successo a chi vi scrive, si aprano le ali della fantasia per volare in un tempo lontano, tanti anni fa, ed immaginare com'erano le strade, le case, la gente, la campagna... la vita! Provate ogni tanto a chiudere gli occhi per "vedere" tutto questo... e scoprirete un volto nuovo ed affascinante del nostro piccolo paese."

dalla premessa

"L'ingegnere del Papa Giuseppe Signorelli", di Mario Rampi

"Una grande ammirazione ha destato in me il nobile comportamento del benefattore Giuseppe Signorelli, che prima di congedarsi dalla sua esemplare vita terrena a Viterbo volle generosamente destinare, col favorevole consenso degli eredi legittimi, tutti i suoi beni di Parona a beneficio delle famiglie pi povere del borgo nato.

Pertanto merita tutta la stima e la riconoscenza della comunità paronese, di cui mi faccio fedele interprete, dedicandogli il frutto delle mie personali appassionate ricerche."

dall'introduzione dell'autore

"Astrid e la Strega Nera", di Carla Masutti

"Astrid è la figura femminile, è la foresta, ossia la natura con il cambiamento del colore dei fiori, fatta di gnomi, luoghi lugubri e tenebrosi, fatti di magia e di incantesimi, ma anche di tane e di caverne, di nidi e rifugi.

Strega nera è il male, la cattiveria che imperversa con pioggia, tempesta, vento, cielo scuro, lampi e tuoni.

L'Autrice, inoltre (...) sul piano estetico intende coniugare con grande decisione e libertà creativa il racconto con le illustrazioni e con i colori che meglio rendono i messaggi, essendo più toccanti ed incisivi nella nascente psiche dei fanciulli. Tali varianti rendono le pagine più vivaci ed appetibili, ma anche più complete e suggestive."

dalla prefazione
di Cosimo D. Pascarelli

"Il sentiero delle emozioni", autori vari

In questo volume sono state raccolte tutte le opere premiate e segnalate nelle dieci edizioni del concorso di poesia In memoria di Lino Negri (1998-2007).

Nei primi tre anni il tema era "Sotto il cielo di Lomellina", mentre dal 2001 in poi il concorso è stato a tema libero. Il primo anno vi era una sola sezione in lingua italiana, a partire dalla seconda edizione si aggiunta la sezione in vernacolo lomellino.

"L'eco dei pensieri", di Paola Bellavite

In questo volume, "L'eco dei pensieri", l'autrice mette in particolare evidenza il suo stato d'animo dopo la morte del marito e della madre, si susseguono rime toccanti, dove la sensibilità del suo animo la porta a vivere di ricordi e rimpianti.

Un tocco leggero dà alla raccolta una piacevole lettura, per le tematiche varie che ella evidenzia con particolare maestria.

dalla prefazione